Comunicato stampa

logo pd palazzolo   Il Circolo PD di Palazzolo esprime vicinanza alle donne dell’amministrazione e condivide pienamente il pensiero del Vice sindaco Nadia Valli in riferimento agli squallidi commenti apparsi nella pagina facebook del consigliere di minoranza Stefano Raccagni.
    I commenti di Giulio Vavassori sono rimasti nella pagina di Raccagni per due giorni: riteniamo sia una fatto molto grave che il Consigliere non abbia fatto nulla per condannare e dissociarsi da queste frasi, se non quando intervistato dai giornalisti.


    Contrariamente a quanto dichiarato ai giornali, il Consigliere Raccagni era ben a conoscenza dei commenti perché avvisato la mattina di mercoledì 8 gennaio. Il post è stato cancellato solo il giorno successivo. Risulta molto strano che non abbia potuto scrivere due righe per dissociarsi, facebook è accessibile da qualsiasi tablet e smartphone, strumenti di cui il Consigliere fa continuo uso durante ogni riunione di commissione o del Consiglio Comunale.
    La strumentalizzazione del tentativo di violenza è ben rappresentativo di un modo di fare politica che non ci appartiene ma che contraddistingue da sempre l’azione della Lega Nord, così come il continuo mettere benzina sul fuoco tramite la tattica del “lanciare il sasso e nascondere la mano”.

    Riguardo al tema della sicurezza vogliamo sottolineare i seguenti punti:

1.   Il Consigliere Raccagni continua a ripetere che nel programma della maggioranza, il tema della sicurezza è al settimo posto per importanza: FALSO. Non è così difficile da capire che un programma di governo è fatto da un elenco di priorità che non corrisponde ad un ordine di importanza. Il Consigliere ci spieghi allora perché nell’elenco della Giunta Sala, la sicurezza  fosse al quinto posto e non al primo.

2.    A dimostrazione della priorità del tema, l’amministrazione Zanni ha infatti:
           a) aumentato il personale di polizia locale;
           b) migliorato ed esteso l’illuminazione pubblica (via Verdi, via Bari, Via Vezzoli, via Cave, Piazzale Giovanni XXII e altre sono in programma per il 2014);
           c) favorito la collaborazione fra polizia locale e l’arma dei Carabinieri;
         d) previsto nel piano triennale dei lavori pubblici già per quest’anno l’installazione di impianti di videosorveglianza;
e) aperto il portale web della segnalazioni, dando la possibilità ai cittadini di segnalare qualsiasi criticità direttamente all'amministrazione;
Si ricorda al Consigliere che l’attività di lotta alla micro criminalità è efficace se silenziosa e non può e non deve essere sbandierata ai quattro venti per i soli fini propagandistici.

3.   A Palazzolo non c'è stato un aumento sostanziale nel numero dei reati nonostante il contesto economico-sociale sia profondamente peggiorato.
In occasione di una cena organizzata dell'associazione Carabinieri in congedo di Palazzolo a fine dicembre, il maresciallo Cerasola ha comunicato che i reati nel 2013 a Palazzolo non sono aumentati rispetto al 2012 a fronte di un aumento medio in Lombardia del 5% e la pericolosità degli stessi è diminuita. Situazione confermata dal capitano Lardo della Compagnia dei Carabinieri di Chiari.
Ma certamente il consigliere Raccagni avrà notizie da fonti più certe ed autorevoli.

4.    Il tentativo di violenza è avvenuto intorno alle 22.30, durante le ore di pattugliamento in auto da parte degli agenti di polizia locale. Questo dimostra che il pattugliamento notturno delle strade, cavallo di battaglia della Lega Nord e panacea di tutti i mali, in un territorio vasto come quello di Palazzolo (23 km2 e decine di km di strade) non è un deterrente sufficiente. Rivendichiamo quindi quanto presente nel programma di governo: la sicurezza dei cittadini, oltre che con le azioni di controllo e repressione, deve essere compiuta anche con la prevenzione:
           a) migliorando la vivibilità della nostra Città;
           b) affrontando le situazioni di degrado e disagio presenti;
         c) favorendo l’integrazione di culture (con buona pace di coloro che non vogliono accettare che il nostro paese stia cambiando).
    Attività che la nostra Giunta ha messo in atto e che continuerà ad effettuare nei prossimi anni di amministrazione.

    I diritti e la dignità di TUTTE le donne sono un valore che il nostro Partito continuerà a sostenere, in quanto siamo fermamente convinti che ciò sia condizione essenziale per l’evolversi del genere umano. Continueremo quindi a schierarci, a non stare in silenzio, perché il silenzio aiuta sempre il carnefice, mai la vittima.

Il coordinatore di Circolo
Francesco Marcandelli

Utilizzando questo sito, accetti l'impostazione di cookie - da parte nostra e dei servizi collegati - per personalizzare i contenuti che ti vengono presentati, come meglio descritto nella nostra Policy per l’uso dei Cookie.